Una scimmia furba e golosa convinse un granchio ingenuo a scambiare un saporito tortino di riso con un seme di cachi. Col tempo il seme germogliò, l'albero crebbe e fece tanti frutti. Il granchio, orgoglioso del suo albero, li guardava, ma non poteva coglierli perchè non sapeva arrampicarsi sul tronco. Allora si rivolse alla scimmia e quella, ben felice di poter fare una scorpacciata di frutti dolci e maturi, si disse disposta ad aiutarlo. Salì sull'albero, si mangiò quanti più cachi poté e non ne colse neppure uno per il povero granchio. Il granchio decise che era venuto il momento di dare una bella lezione alla scimmia. Una castagna, un'ape, del letame, un mortaio, una fune marcia decisero di aiutarlo, fecero un piano e si recarono a casa della scimmia. La castagna, messa sul fuoco, scoppiò in faccia alla scimmia, l'ape la punzecchiò dappertutto e, cercando di sfuggirle, la scimmia si precipitò fuori casa scivolò sul letame ed il mortaio appeso sopra la soglia con la fune marcia le cadde in testa e la pestò per bene!